Il progetto-azienda agricola MURVA - Renata Pizzulin

Il progetto

 

Alberto Pelos e Renata Pizzulin fondano l’azienda agricola Murva – Renata Pizzulin nel gennaio del 2009.

I due coniugi da un lato danno forma alla loro famiglia con Marco primogenito e Tommaso secondogenito. Dall’altro lato danno forma ai vigneti. La terra coltivata per generazioni dai nonni, venne destinata alla coltivazione della vite. L’area climatico e geologico è particolarmente favorevole alla coltivazione della vite. Vi è una evidente vocazione viticola testimoniata dalla forte crescita della zona per mani di brillanti ed esperte menti imprenditoriali.

Si decide di iniziare prima con un ettaro, poi l’anno dopo con un secondo ettaro, dopo tre anni con mezzo ettaro e al quinto anno con poco più di un ettaro e mezzo. Oggi la superficie vitata raggiunge appena poco più di quattro ettari. La dislocazione, dei terreni a disposizione, ha favorito l’interessamento di substrati molto diversi pur restando in un’area piuttosto circoscritta. L’area non supera i 3 chilometri di diametro, e si trova a cavallo tra i terreni carcarei dolomitici e le argille di erosione della marna. E’ proprio su questa tipologia di terreni che si sviluppa la viticoltura dell’azienda.

La diversità dei terreni dal calcareo-dolomitico all’argillo-marnoso permise all’azienda di investire su più siti produttivi e diverse varietà.

Teolis, Corvatis, Monuments, Paladis, Melaris e Murellis sono i siti produttivi. Quattro nel comune di Moraro e due nel comune limitrofo. I primi due sono coltivati a sauvignon blanc; il terzo ed il quarto a chardonnay; il quinto a malvasia istriana; il sesto a refosco dal peduncolo rosso.